26 Luglio  Lisa Manara Quartet


Capo Verde canta l’incontro  –  26 luglio, 21:15  –  Sant’Angelo in Vado – INGRESSO GRATUITO

Un itinerario di viaggio che attracca alle banchine dell’arcipelago di Capo Verde, sbriciolato in mezzo all’Atlantico, al largo delle coste occidentali africane.

Le isole baciate dal vento hanno mischiato influenze sonore diverse creando un crogiolo di esperienze e culture differenti,

naufragate assieme sullo stesso pugno di isole divisa a metà tra tradizione latino-europea e antiche radici africane,

tramandate oralmente dai tanti immigrati che andavano e tornavano.

Dalle morne dal tempo lentissimo in cui si cullano onde melanconiche, alla più allegra coladeira,

si balla poi sui ritmi di batuque e funanà, dove si sente forte l’influenza dell’Africa continentale.

Un canovaccio musicale che si appella alle grandi musiche interpretate da Cesaria Evora, schiva, risoluta, sobria ed

elegante ambasciatrice della musica di Capo Verde nel mondo.

Il dolce lamento della melodia di Sodade, all’esplosione di Bia Lulucha, alla celebre “Angola”, terra dalla quale provenivano originariamente tanti capoverdiani.

Nel progetto vengono anche recuperati brani di cantautori contemporanei quali Mayra Andrade, Bonga, Cordas Do Sol.

 

Formazione:

Lisa Manara: voce

Aldo Betto: chitarra

Federico Squassabia: tastiere

Paolo Rubboli: batteria

Fabio Mazzini: basso

 

2 agosto – DJ Set Volumetrica

2 Agosto alle 18.15 in Piazza delle Erbe – INGRESSO GRAUITO

Veneratore del Groove e della Black Music, assiduo accumulatore di laccati e instancabile
ricercatore di sonorità e vibes che gravitano intorno al mondo Black, seleziona con i suoi piatti e rotativo: Funky, Soul, Disco, Boogie, Bounce, ItaloDisco, DiscoEdit, R&B, Roots, Afrobeat, Ethiojazz e Rare Grooves.

 Cristina Russo and Neo Soul Combo

 

2 agosto, 21:15 – Piazza Duca Federico – INGRESSO GRATUITO

Quando parliamo di Cristina Russo sembra di entrare nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie,

un mondo particolare e affascinante mescolato con una varietà di stili come quelli dei paesaggi siciliani

tra l’odore del mare e il fuoco della terra dominata dall’Etna.

Supportata dalla sua band NeoSoul Combo, l’album dallo stile neo-soul è prodotto e arrangiato da Marco Di Dio

per Roccascina Audio Produzioni in Italia. Negli ultimi anni, la band si è esibita sui palchi di grandi festival internazionali.

Formazione:

Cristina Russo: voce

Marco Di Dio: batteria

Angelo Di Marco: tastiere

Mariano Nasello: basso

 

Sara Zaccarelli and The Soul Train Quartet

Sara Zaccarelli & The Soul Train Quartet –  2 agosto, 23:00 – Piazza della Repubblica – INGRESSO GRATUITO

Cantante, autrice, compositrice e musicista, Sara cresce a pane e Black Music,

divorando dischi di figure iconiche come Aretha Franklin, Etta James e Otis Redding, con un orecchio puntato sulle nuove generazioni.

Un bagaglio culturale che Sara ha accresciuto e fatto suo, sfociando nella sua voce potente ed evocativa.

Il repertorio conduce lo spettatore in un viaggio tra gli indimenticabili classici soul di Aretha, Solomon Burke,

Sam Cooke e Ray Charles fino al soul più moderno di Amy Winehouse,

on incursioni nei ritmi accattivanti di New Orleans e tra i brani originali scritti da Sara.

Formazione:

Sara Zaccarelli “Nudha”: voce, chitarra acustica, loop

Mecco Guidi: tastiere, hammond

Gabriele Bolognesi: sax, basso, cori

Filippo Lambertucci: batteria, cori

 Wasted Generation Quintet

 

Wasted Generation – 3 agosto, 18:15  – Piazza delle Erbe – INGRESSO GRATUITO

“Wasted Generation”, ovvero “generazione sprecata, buttata”,

è il nome scelto per il progetto e che si ritiene rappresenti al meglio l’identità del gruppo.

Il progetto è composto da giovani nati tra gli anni ’96 e 2000, che hanno sentito l’esigenza di interfacciarsi tra di loro,

cercando di creare una nuova comunità, forse meno matura anagraficamente, ma ricca di idee, valori e, soprattutto, di personalità.

Nonostante la complessità della musica eseguita, l’obiettivo è sempre stato quello di trasmettere un messaggio il più limpido possibile,

che potesse giungere all’ascoltatore come qualcosa di puro e sincero.

Le tematiche affrontate sono spesso racconti di vari vissuti:

episodi o storie che hanno particolarmente colpito i membri del gruppo.

Formazione:

Iacopo Teolis: tromba

Gabriel Marciano: sax alto

Vittorio Solimene: piano

Giulio Scianatico: contrabbasso

Cesare Mangiocavallo: batteria

Luca Filastro ft. Raphael Gualazzi

 

Luca Filastro ft Raphael Gualazzi – 3 agosto, 21:15 – Palazzo Ducale 

ingresso con il biglietto della Galleria Nazionale delle Marche

Urbino Jazz è lieta di presentare Luca Filastro, un pianista straordinario che proporrà un repertorio composto da standards del songbook americano,

composizioni originali e brani tratti dalla tradizione jazz.

Special guest della serata sarà Raphael Gualazzi che si unirà a Filastro nell’interpretazione (talvolta vocale, talvolta strumentale)

di alcuni brani di Thomas Fats Waller omaggiando anche il Maestro Paolo Conte.

Raphael Gualazzi, Presidente Onorario di Urbino Plays Jazz, è un artista versatile nato nel 1981,

noto per il suo stile che fonde stride piano, jazz, blues e fusion.

Ha partecipato a importanti festival internazionali, vincendo il Festival di Sanremo 2011

nella categoria Giovani con “Follia d’amore” e ottenendo il secondo posto all’Eurovision Song Contest con “Madness of Love”.

La sua discografia include successi come “Love Life Peace” e “L’estate di John Wayne”.

Recentemente ha pubblicato l’album “Bar Del Sole” e ha tenuto concerti in Sud Africa e Argentina.

Luca Filastro è un pianista e arrangiatore di talento, riconosciuto come uno dei pianisti jazz più completi

a livello internazionale. Ha iniziato a suonare il pianoforte a cinque anni, diplomandosi in

pianoforte classico e perfezionando autonomamente l’improvvisazione jazz.

Filastro si esibisce globalmente come solista, in trio, quartetto e con la sua “Luca Filastro Orchestra”.

La sua discografia include l’album “Don’t Blame Me” del 2021, in cui rivisita brani classici del songbook americano.

 

Formazione:

Luca Filastro: pianoforte

Raphael Gualazzi: pianoforte, voce

 

Il Mago del Gelato

 

Pandora – 3 agosto, 23:00 –  Piazza della Repubblica – INGRESSO GRATUITO

Funk, afrobeat e jazz sono i pilastri de Il Mago Del Gelato, una miscela sensuale e dinamica che combina i sapori del Mediterraneo

con lo spirito di via Padova, attraverso fiati avvolgenti, groove trascinanti e melodie fresche.

Il gruppo, composto da quattro musicisti affascinati dal mondo e dalla sua diversità,

riflette questa curiosità musicale e culturale nel loro lavoro.

Il nome della band è ispirato a un bar di Via Padova, un luogo di ritrovo multiculturale che fornisce loro ispirazione e spunti musicali.

Dopo aver conquistato il pubblico e gli addetti ai lavori con esibizioni negli eventi underground di Milano e

diverse date in Italia e all’estero, sono stati inseriti nella Classe 2023 di Rolling Stone,

l’elenco delle promesse dell’anno. A maggio dello stesso anno, si sono esibiti al MI AMI,

coincidente con la loro prima pubblicazione “Zenzero”, seguita a giugno da “Elisir”.

Entrambi i singoli anticipano l’uscita del loro primo EP “Maledetta Quella Notte”

a ottobre 2023, prodotto da Marquis. Questo EP consolida il loro sound funk arricchito di jazz,

musica per il cinema italiano anni ’60 e disco music, mettendo al primo posto la qualità e l’esperienza danzante dell’ascoltatore.

Nel 2024, Il Mago Del Gelato entra ufficialmente nel roster di Dischi Numero Uno, e il 26 aprile esce il loro primo singolo insieme, “Pandora”.

Formazione:

Alessio Dal Checco – Sax tenore
Martina Campi – Flauto traverso, trombone
Alessandro Paolone – Synth, vocoder
Ferruccio Perrone – Chitarra elettrica
Giovanni Doneda – Basso elettrico
Alessio Profeti – Percussioni
Pietro Gregori – Batteria

 

Vittorio Solimene Quartet

 

Vittorio Solimene Quartet – 4 agosto, 18:15 –  Piazza delle Erbe – INGRESSO GRATUITO

“Alexithymia” è un progetto musicale che racconta storie mute attraverso brani originali, composti tra il 2022 e il 2023. L’obiettivo è creare un’esperienza nuova, unendo musicisti che non avevano mai collaborato. La musica è concepita per comunicare storie, rendendo il concerto coinvolgente ed evocativo.

Vittorio Solimene, nato a Napoli nel 1998, ha studiato pianoforte jazz e ha collaborato con numerosi artisti di fama internazionale. Ha pubblicato vari album e ha una carriera concertistica attiva. Lorenzo Simoni è un sassofonista e compositore, laureato in sassofono classico e jazz. Ha vinto diversi premi, tra cui il prestigioso Premio Internazionale Massimo Urbani, e ha suonato in festival internazionali. Alessandro Bintzios è un contrabbassista con studi classici e jazz, che ha suonato con importanti esponenti del jazz nazionale e internazionale. Michele Santoleri è un batterista e percussionista, laureato con lode. Ha collaborato in diversi ambiti musicali, dal jazz alla musica sinfonica e pop.

Formazione:

Lorenzo Simoni: sax alto

Vittorio Solimene: pianoforte

Alessandro Bintzios: contrabbasso

Michele Santoleri: batteria

 

 

Marco Pacassoni Trio ft. Amik Guerra

 

Marco Pacassoni Trio ft. Amik Guerra – Life Tour – 4 agosto, 21:15 – Piazza Duca Federico 

INGRESSO GRATUITO

Dopo i successi dei concerti tenuti in Cina, Giappone, Australia e Stati Uniti,

continua con sempre maggiore vigore l’attività nazionale e internazionale del vibrafonista,

percussionista e compositore Marco Pacassoni.

Quello di Marco è un percorso musicale che negli anni si è concretizzato in importanti e

prestigiose collaborazioni e con la realizzazione di tre album di composizioni originali “Finally”, “Happiness”,

“Grazie”, e un riuscitissimo omaggio alla musica di Frank Zappa e Ruth Underwood intitolato “Frank & Ruth”.

Ultimo il nuovo disco “LIFE” registrato a New York con le stelle del jazz internazionale John Patitucci e Antonio Sanchez

che sta riscuotendo un grandissimo successo in tutto il mondo.

Ospite del trio sarà il trombettista cubano Amik Guerra (Mercadonegro, Rodrigo y Gabriela, Horacio El Negro Hernandez, Gonzalo Rubalcaba).

Formazione:

Marco Pacassoni: vibrafono e marimba

Amik Guerra: tromba e flicorno

Lorenzo De Angeli: basso

Stefano Manoni: batteria